• Gio. Mag 23rd, 2024

A Claudio Fabbro il “Premio Collio Attems” per i suoi scritti sul Vigneto Friuli e Città del Vino

COLLIOpremioATTEMS-ex-IlPiccolo-16giu2013

La premiazione il 14 giugno scorso alla Fondazione Villa Russiz di Capriva del Friuli (Gorizia)
Assegnato a Claudio Fabbro, storico collaboratore di Terre del Vino, il “PREMIO COLLIO – ATTEMS”per la stampa nazionale, in occasione della decima edizione che si è tenuta o scorso 14 giugno presso laFondazione Villa Russiz di Capriva del Friuli (GO).
Il premio è stato assegnato “per quanto Claudio Fabbro ha scritto sul ‘Vigneto Friuli’ e pubblicato in www.terredelvino.net in occasione dei 25° anniversario dell’a nascita dell’Associazione Nazionale Città del Vino”.
Alla cerimonia erano presenti il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia (e Assessore all’Agricoltura) Sergio Bolzonello, e il Presidente del Consiglio Regionale Franco Iacop. Presenti anche numerosi Sindaci delle Città del Vino del Friuli e rappresentanti di Associazioni, Organizzazioni professionali ed Enti. La presentazione del lavoro giornalistici di Claudio fabbro è stata arricchita, tra l’altro, da una robusta ed apprezzata laudatio del dr. Piero Villotta, già direttore della sede RAI di Udine e presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia, nonché Consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e Duca del Ducato dei Vini del Friuli.
“Sono particolarmente contento – afferma Paolo Corbini, direttore di Terre del Vino – per questo ennesimo riconoscimento che va a Claudio Fabbro, sincero amico delle Città del Vino e soprattutto grande innamorato della sua terra, profondo conoscitore del vigneto Friuli, ma anche vero e proprio divulgatore della cultura enogastronomia della sua regione. Claudio non è solo un bravo agronomo e un bravo giornalista, è un vero e proprio custode delle tradizioni locali a cui va il merito di saperle diffondere in modo chiaro e semplice; i profili dei personaggi che spesso descrive valgono più di una semplice guida. Sono il racconto di tanta brava gente che lavora e vive di passione e di amore per le cose belle della vita”.