• Lun. Lug 15th, 2024

AL PRESIDENTE ARGA FVG CARLO MORANDINI IL PREMIO PER L’ETICA E IL FAIR PLAY DEL COMITATO FRIUL TOMORROW 2018 ALTRI RICONOSCIMENTI A QUARTA DELLA FIGC E AL SALTATORE TALOTTI LA CONSEGNA ALLA FONDAZIONE E AZIENDA AGRICOLA VILLA RUSSIZ A CAPRIVA (GO)

FAIR PLAY DEL COMITATO FRIUL TOMORROW 2018

Il prestigioso premio del Comitato Friul Tomorrow 2018 per l’etica e il fair play è stato assegnato al Presidente dell’ARGA FVG, Carlo Morandini, vicepresidente dell’UNAGA, l’organizzazione nazionale della stampa specializzata in agricoltura, agroalimentare, enogastronomia, ambiente. La consegna dell’attestato nell’azienda agricola Villa Russiz, a Capriva, che è ospitata dall’educandato rivolto dai primi anni del secolo scorso al recupero di ragazzi in particolari condizioni familiari. Il Comitato, presieduto dal giornalista Daniele Damiele, è composto dall’AIDO (Associazione Italiana Donatori di Organi), dall’Euretica Let’s Talk, dall’Unione nazionale consumatori e dal Club Unesco di Udine. Che hanno riconosciuto a in Carlo Morandini “un modello educativo altamente favorevole, specie per i giovani, per l’etica e il fair play che caratterizzanola sua attività; valori che porta con sé costantemente”. La consegna da parte di Damele, del Presidente del Comitato Friul Tomorrow 2018, Mauro Amoruso, e di Roberto Collini, già direttore della sede RAI di Trieste. La serata era dedicata all’etica nello sport, modello di vita e ed educativo insostituibile, specialmente per i giovani, e mirata a dire no al doping nelle attività sportive. Ma, data la suggestiva location prescelta, dopo la presentazione della Fondazione Villa Russiz, alla quale partecipano la Regione, il Comune di Capriva e la Camera di Commercio di Gorizia, da parte del vicepresidente, Vincenzo Sfiligoi, e della realtà agricola, illustrata dal Presidente, Silvano Stefanutti, e dall’enologo, si è parlato dell’educazione dei giovani al bere moderato, consapevole. Dell’insegnamento, fin dall’età nella quale è ammesso il consumo dell’alcol, alla fascia giovane della società, a degustare i vini di pregio, a imparare ad apprezzarli e a riconoscerne le carature e le peculiarità. Dalle quali traspare l’essenza della civiltà contadina. In sostanza, delle radici e della matrice della nostra gente. Saper riconoscere i vini, e in essi i profumi, gli aromi, i sapori celati ed espressi dalla maturazione delle uve e dei mosti, poi in bottiglia o in affinamento nelle botti, significa apprezzarne le qualità e il pregio. E distaccarsi dal consumo smodato dei prodotti enologici. Questo è l’impegno, da sempre, della stampa agricola, dell’ARGA FVG in particolare, come ha ricordato Morandini, che fin dalla metà degli anni ’90 ha posto l’attenzione sul consumo consapevole, e sull’educazione dei consumatori, con i convegno ‘Tu sai cosa mangi?’, che fu moderato a Udine, a Palazzo Keckler, da Paolo Massobrio, e ‘Tu sai cosa bevi?’ alla Fiera regionale dei vini di Buttrio. Nel corso della serata sono stati assegnati riconoscimenti anche ad Antonino Quarta, delegato della FIGC della Provincia di Gorizia, e ad Alessandro Talotti, friulano, primatista nel salto in alto. L’evento ha consentito al Presidente della Fondazione Villa Russiz, Silvano Stefanutti, di presentare alcuni dei prodotti dell’Azienda agricola. Il Friulano, che è stato prescelto tra dieci dei migliori vini italiani, gli altri nove in concorso erano tutti vini da uve a bacca rossa, e che sarà il prodotto enologico di punta degli eventi a l’Hermitage per i prossimi cinque anni. E il cuvée bianco Les Enfants, undici gradi, fresco, profumato, accattivante, realizzato per il pubblico giovane, e che è improntato all’etica del bere moderato. E’ realizzato con uve di Pinot Gricio, Pinot Bianco, Sauvignon, Ribolla Gialla.