• Sab. Apr 20th, 2024

MARTEDI’ 22/10 3. FESTIVAL DEL GUSTO DELLA RIVIERA FRIULANA A LIGNANO SABBIADORO / TERRAZZA MARE

Martedì 22 ottobre a Lignano Sabbiadoro (UD) il 'Festival del Gusto della Riviera Friulana'.
Martedì 22 ottobre a Lignano Sabbiadoro (UD) il ‘Festival del Gusto della Riviera Friulana’.

SARANNO PRESENTATI I PARTECIPANTI AL CONCORSO ‘UN PIATTO E UN VINO PER L’ESTATE’ SI FARA’ IL PUNTO SULLO SVILUPPO DELLA RETE RIVIERASCA
SARA’ CONSEGNATO L’8. PREMIO ‘CARATI D’AUTORE’  A GIORNALISTI, ENOLOGI, CUOCHI
Ritorna martedì 22 ottobre a Lignano Sabbiadoro (UD) il ‘Festival del Gusto della Riviera Friulana’. Giunto alla terza edizione, l’evento si terrà sulla Terrazza Mare a partire dalle ore 17,30. E, come nelle edizioni precedenti, sarà occasione di confronto e di promozione sulle specificità, le peculiarità, le attrattive della Riviera Friulana, l’area compresa tra i fiumi Tagliamento e Isonzo, la linea delle Risorgive e il litorale friulano. A differenza delle due edizioni precedenti la manifestazione non si svolgerà nel cuore dell’estate. Innanzitutto la crisi economica ha rarefatto il sostegno ai sodalizi come l’Associazione Culturale no profit La Riviera Friulana, che vivono di volontariato e di singole progettualità. Poi, ed è stata la novità della bella stagione 2013, è nato il Concorso ‘Un Piatto e un Vino per l’estate 2013 della Riviera Friulana’.

Una sfida a colpi di idee gastronomiche e di proposte enologiche e di abbinamento, che è stata colta da venti tra ristoratori, agriturismi, winebar, associazioni, e da cinque aziende vitivinicole: ha rappresentato l’unico evento del genere tenutosi nel nostro Paese. E martedì sera verranno presentati questi piatti e vini. La serata sarà aperta da una serie di approfondimenti, che terranno in considerazione il fatto che l’Associazione Riviera Friulana è nata proprio a seguito del primo Festival del Gusto, tenutosi sempre alla Terrazza Mare nel 2011, sotto la spinta di operatori, appassionati, esperti, amministratori.  Lo stesso anno essa è decollata, tanto da raggruppare, oggi, in un’articolata comunità di offerta turistica, anche hotel, servizi come le Terme di Lignano, strutture nautiche, attività commerciali, bar, aziende agricole come Olistella e Fraccaroli, produttrice di riso, cereali di pregio. Tutti riuniti dai requisiti, appunto, del pregio, dell’eccellenza, dell’accoglienza, della professionalità. Che sono richiesti per l’adesione all’Associazione dalle previsioni dello statuto della stessa. La Tavola rotonda, che sarà moderata dal Presidente dell’Associazione La Riviera Friulana, Carlo Morandini, che è Presidente dell’Associazione Regionale della Stampa Agricola, Agroalimentare, dell’Ambiente e Territorio (ARGA FVG), sarà aperta da Walter Casasola, promotore del territorio, che illustrerà l’idea rivierasca e l’efficacia della rete attorno a un marchio di prodotto territoriale. Quindi, Walter Bergamini, biologo, si soffermerà sulle peculiarità e attrattive delle biodiversità rivierasche. Ovvero, esistono le caratteristiche per il turismo di nicchia o specialistico. Mentre Fortunato Moratto, Consigliere Unico del Marina Sant’Andrea di San Giorgio di Nogaro (UD), spiegherà perché le strutture diportistiche fanno parte della rete rivierasca. Infine, Piero Villotta, Consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, interverrà su ‘Comunicare: ricetta dello sviluppo’.
Il Concorso ‘Un Piatto e un Vino per l’Estate 2013’ è stata occasione per predisporre la ‘1. Carta del Gusto della Riviera Friulana’. Si tratta della mappa che reca il percorso tra i piatti e i vini presentati e il territorio rivierasco. Carta, perché simboleggia il patto tra gli operatori e l’Associazione sulla qualità e l’eccellenza. A illustrarla saranno Rodolfo Rizzi, Presidente dell’Assoenologi, e Germano Pontoni, Presidente dell’Unione Cuochi.
Anche quest’anno il Festival del Gusto è stato scelto da tre associazioni professionali per la consegna del Premio ‘Carati d’Autore’, giunto all’ottava edizione. Saranno infatti assegnati riconoscimenti, per i settori di competenza, dall’ARGA FVG, dall’Assoenologi, dall’Unione Cuochi FVG.