• Sab. Apr 20th, 2024

PREMI ‘CARATI D’AUTORE’ 7. EDIZIONE, MARTEDI’ 28/8 A LIGNANO SABBIADORO (UD)

festival del gusto

L’AMBITO RICONOSCIMENTO SARA’ CONSEGNATO NELL’AMBITO DEL CONVEGNO ‘LA RIVIERA FRIULANA LA RIVIERA DEL SOLE’
Il Premio ‘Carati d’autore’, giunto alla settima edizione, è nato nel 2003 da un’idea di Michela Sfiligoi, Stefano Trinco e Carlo Morandini. Allora presidenti regionali delle rispettive Associazioni di categoria o di produttori. L’Associazione Donne del vino, l’Assoenologi e l’ARGA FVG, la stampa agricola, del FVG, intendono riconoscere l’impegno spesso non valorizzato adeguatamente, a volte non conosciuto, di personaggi della società civile del Friuli Venezia Giulia, che si siano speso nella loro carriera o nell’impegno professionale per la valorizzazione delle peculiarità, delle specificità, delle caratteristiche eccellenti della nostra terra, della nostra realtà. Ovvero, le carature del territorio, della sua gente, della comunità regionale. Le sedi della consegna sono sempre state prestigiose. Da Palazzo Kechker, a Udine, a palazzo Badini, a Pordenone, alla Sala del Consiglio Comunale della città di Trieste, a Tenuta Villanova a Villanova di Farra, a Villa di Toppo Florio a Buttrio (UD), alla Terrazza a Mare di Lignano Sabbiadoro, lo scorso anno. Tra i premiati, Giovanni Chiades, Giuseppe Longo, Licio Damiani, Claudio Fabbro, Claudio Cojutti, Luciano Barile, per i giornalisti; Ornella Venica, Elda Felluga, Michela Sfiligoi, Giuseppina Grossi Bennati, per le Donne del vino; Giuseppe Lipari, fondatore del Centro enologico mobile, Augusto Fabbro, Stefano Trinco, Giorgio Dalla Cia, Gigi Valle, Paolo Valdesolo, per gli enologi. Mauro Pelaschier, Stefano Rizzi, Alessia Follador, Elisa Togut, tra i personaggi del mondo sportivo. ‘Carati d’autore’, sospeso per alcuni anni, è stato ripreso con l’edizione del 2010 a Buttrio, su iniziativa dell’Assoenologi e dell’ARGA FVG; coinvolgendo l’Unione Cuochi FVGm presieduta da Germano Pontoni. Rendendo in questo moto prettamente interprofessionale il Premio. I vincitori, come nelle prime edizioni, vengono prescelti tra i professionisti di ciascuna categoria direttamente dai vertici delle tre Associazioni. E per tradizione i vincitori vengono rivelati soltanto al momento della consegna. Lo scorso anno furono premiati, Paolo Valdesolo, Azienda Pighin, per l’Assoenologi, Silvio di Giusto, Ristorante Costantini, per i cuochi, Luciano Barile, udinese, da quarant’anni corrispondente dalla Germania, per i giornalisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *