• Gio. Mag 23rd, 2024

Turismo: riprende l’attività della Fondazione Lualdi con il 2. Raduno piloti. Sabato 25 settembre a Rivoli di Osoppo (Ud) con esposizione dei velivoli

Ritorna a regime l’attività aviatoria nel piccolo aeroporto della ‘Fondazione Lualdi’ a Rivoli di Osoppo (Ud). Si tratta della seconda ripartenza dopo i ‘lockdown’ causati dalla pandemia, nel pieno rispetto delle prescrizioni nazionali e internazionali anti COVID19. Per rilanciare l’attività e richiamare gli appassionati del volo, sabato 25/9 si svolgerà il , con l’esposizione dei velivoli. Sarà l’occasione per riproporre agli appassionati del volo l’aviosuperficie già AVRO ‘Bruseschi’, ora gestita dalla Fondazione Lualdi. Un punto di riferimento già apprezzato dagli aviatori austriaci, svizzeri, tedeschi, Lussemburghesi, del nord Europa. È infatti la prima pista di atterraggio in asfalto che si può raggiungere non appena valicata la barriera delle Alpi. Nel contempo è l’ultimo scalo prima di affrontare il sorvolo dell’arco alpino, che dispone del distributore di carburante e mette a disposizione degli aviatori e degli ospiti la rinnovata e accogliente Club House. Lo scopo che si prefigge la Fondazione Lualdi è quello di diffondere la cultura del volo, sotto ogni suo aspetto. E anche questo evento va in tale direzione, come ci tiene a evidenziare Gabriele Lualdi che presiede la Fondazione, con l’intento di proseguire la mission avviata dal padre, Leopoldo, uno dei pionieri del volo che contribuì a fare del Friuli una terra vocata all’arte di volare. Proprio nei giorni scorsi, all’Aero base di Rivolto sono stati festeggiati i sessant’anni della Pattuglia acrobatica nazionale Frecce Tricolori, che vi ha sede, mentre il volo acrobatico nacque sempre in Friuli, a Campoformido, quasi novant’anni fa. Leopoldo Lualdi si distinse per numerose invenzioni e opere dell’ingegno. Tra le quali il primo elicottero dotato di stabilizzatore giroscopico che ne rendeva il volo più affidabile: era l’ES53, che fu brevettato dal padre di Gabriele e Carla Lualdi e fu adottato anche dall’Esercito italiano. In seguito, la famiglia Lualdi è stata impegnata in attività imprenditoriali di alta tecnologia anche nei settori dell’aeronautica, dell’automobilismo, fino alla F1, nell’ingegneria ortopedica. L’evento di sabato 25/9 si aprirà alle ore 9 con gli arrivi e la registrazione dei partecipanti. Alle 11,30 è in programma un incontro dibattito sulle problematiche dell’aviazione leggera e turistica con il presidente della Fondazione, Gabriele Lualdi, e autorità locali. La manifestazione si concluderà alle 18. — presso AVRO – Aviosuperficie Rivoli-Osoppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *