• Mar. Giu 25th, 2024

Turismo: riprendono i voli al Piccolo aeroporto ‘Lualdi’ di Rivoli di Osoppo (Ud-It)

Dall’Italia dalle Regioni Gialle con tampone eseguito 

Dall’estero dai Paesi dai quali è possibile esibire tampone negativo Finalmente si riparte. 

Con procedure che non sono differenti dagli spostamenti a terra, l’attività del volo riprende a regime ‘quasi’ in modalità normale. 

Da ieri l’Italia è ritornata per gran parte in Zona Gialla. 

Ovvero, da quasi tutte le Regioni della Penisola, eccetto che dalla Sardegna, in Zona Rossa, nonché dalla Sicilia, dalla Valle d’Aosta, dalla Puglia, dalla Calabria e dalla Basilicata, in Zona Arancione, si può ricominciare a volare verso le altre Regioni.

Quindi, anche per atterrare, e/o decollare, all’Aviosuperficie-Piccolo aeroporto ’Lualdi’ di Rivoli di Osoppo.

Dove, e da dove, si può ora arrivare anche dall’estero. 

Sempre purché vengano rispettati i controlli e i protocolli ancora imposti dalla pandemia. 

Ovvero, per raggiungere il Friuli Venezia Giulia dagli altri Paesi, e uscire, dopo l’atterraggio, dall’area della pista friulana, serve esibire ai responsabili del Piccolo aeroporto l’esito negativo di un tampone anti COVID19. 

Ciò dovrebbe valere dalle prossime ore anche per i voli provenienti dalla Slovenia e dalla Germania, perché per tali Paesi sono attese a breve nuove disposizioni che dovrebbero consentire una ripartenza dei voli. 

Mentre per chi arriva dai cieli italiani, sempre però da Regioni in Zona Gialla, occorre certificare di essersi sottoposti a tampone, con esito negativo, da non più d’una settimana. 

Ovviamente, una volta a terra, per spostarsi all’interno dell’Aviosuperficie ‘Lualdi’ occorrerà seguire tutte le prescrizioni e indicazioni anti pandemia, e il divieto si soffermarsi per ora all’interno della Clubhouse.

L’ufficio stampa 

Osoppo, 27/04/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *