• Mer. Feb 28th, 2024

Aeronautica: a Osoppo la Fondazione Lualdi offre una clubhouse panoramica

Inaugurata la nuova struttura ideata per permettere a tutti di ammirare l’attività a terra

Avro è il primo piccolo aeroporto per chi scende dal cuore dell’Europa verso la Penisola

Una clubhouse rinnovata, panoramica, che consente di ammirare i velivoli in sosta dinnanzi agli hangar di Rivoli di Osoppo, e osservarne la partenza per il decollo da inizio pista, con sullo sfondo lo scenario incomparabile delle Alpi. Questa è la nuova opportunità per gli ospiti e i fruitori dell’aviosuperficie Avro di Rivoli di Osoppo (Ud-Italia). Si tratta della ristrutturazione della sede preesistente del club della Fondazione Lualdi, che dà spazio alla qualità dell’accoglienza. Piloti, visitatori, ospiti, da qui hanno uno spaccato delle emozioni che, una volta in volo sui cieli dell’area, potranno cogliere ammirando dall’alto le ricchezze di una Regione, il Friuli Venezia Giulia, attrattiva da terra, con le innumerevoli opportunità di intrattenimento e arricchimento: culturale, dal punto di vista storico, archeologico, etcnico-lunguistico; del gusto; naturalistiche; paesaggistiche; ambientali; e molto altro. Ma certamente ancor molto più suggestiva se vista dall’alto. Una clubhouse, che è stata realizzata da uno studio di architetti proprio come l’ha pensata il Presidente della Fondazione, l’ingegner Gabriele Lualdi: – “un luogo aperto a tutti coloro che passano da queste parti.

Una sede sociale, (club house) ma usiamo il termine tecnico in inglese che è la lingua internazionale del volo, nel quale chiunque può venire a trascorrere momenti di svago e relax ammirando gli aerei presenti e tutto quello che ruota attorno al mondo del volo: dai preparativi per il decollo al controllo del velivolo”. “Qui, potremo sviluppare l’attività del volo sportivo, turistico, del business – precisa Lualdi – in quello che è un piccolo aeroporto minore: infatti, il termine aviosuperficie, utilizzato in Italia, non viene impiegato negli altri Paesi europei.

Qui, è possibile fare il rifornimento dei combustibili, offriamo l’hangaraggio, disponiamo dell’assistenza ai velivoli. Un insieme di servizi che è molto gradito agli ospiti, specialmente stranieri, che arrivano anche da oltr’Alpe. Ricordiamo che nel continente ci sono quasi 200 mila proprietari, privati e non, di velivoli minori. Che hanno sempre un grande desiderio di scendere in Italia, nel Sud dell’Europa, che è una delle mete più ambite del possessore di un aereo, sia pur piccolo.

E ora, lo possono fare più facilmente, dopo avere valicato le Alpi, facendo scalo, o affidando i loro velivoli al nostro aeroporto minore”. A giocare un ruolo importante nel rilancio dell’aeroporto minore di Rivoli di Osoppo c’è la passione innata per il volo di Gabriele e della sorella Carla Lualdi, che ha qualche cosa di genetico: il padre, Carlo Leopoldo Lualdi, progettista e imprenditore friulano, è stato il primo in Italia a realizzare un elicottero. Così, anche in ricordo di Carlo Lualdi, Gabriele ha ideato la Fondazione omonima che si propone di sviluppare la cultura del volo, anche valorizzando Avro, tramite la scuola di volo, favorendo la formazione di piloti, assistenti del traffico aereo, meccanici, l’attività aviatoria come tempo libero, il volo sportivo.Logosmmv.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *