• Mar. Lug 23rd, 2024

Palazzo FROVA (XVIIIsec) a Stevena’ di CANEVA Convegno sul tema “Quando l’arte incontra il paesaggio ”

Due giorni intensi si svolgono a Stevena’ e a POLCENIGO con il progetto “NATURA LAND&ART” il 27 e 28 settembre 2014 .
Questo progetto transfrontaliero, che coinvolge la Francia ,la Finlandia, la Basilicata, mira a salvaguardare l ‘ambiente creando percorsi, aree didattiche e di sosta, per cogliere le biodiversità del territorio, contrastando il degrado ambientale.
Come ?
Coinvolgendo i giovani, le scuole, gli insegnanti, e naturalmente gli artisti che arrivano nel territorio indicato. E utilizzando ciò che la natura del posto offre, creano opere d’arte che rimangono poi nell’ambiente, e portano benessere a chi le osserva.

Quest’anno è stato scelto il sito palafitticolo di Palu’ di Livenza e la Villa Frova a STEVENA’ di CANEVA

Si svolgono molte attività artistiche. Anche i ritratti naturalistici, con dei copricapi fatti con le foglie di qualsiasi tipo , rami , fiori. E camminate nei parchi per osservare, e stare, in mezzo alla natura ,

imageProgetto nato nel 2008 su indicazione dell ‘allora sindaco di Pordenone e attuale vicepresidente della Regione F.V.G.., Sergio Bolzonello. Che ha aperto il suo intervento Chiedendosi che risposte dia la politica di oggi a settori quali Turismo e territorio. Sostenendo che è necessario interpretare il territorio, per far fronte alla crisi globale del momento

imageMentre il tema della mobilità serve per trovare percorsi di comunità , a migliorare la stile di vita di tutta la comunità.
I Gal devono per forza essere collocati all’interno del Psr. E il FVG deve ragionare come una Regione compresa nel nord est, nell’Italia e in Europa
Il Vicepresidente ha proseguito dicendo “Che questo progetto deve diventare un festival più ampio, per interessare più siti della provincia di Pordenone, perché deve diventare un appuntamento di richiamo internazionale”.
Un insegnante ha poi esclamato che serve Togliere i giovani per alcune ore dal pc, per avvicinarli alla natura in quanto c’è molto da apprendere.
Quest’ anno sono stati fatti entrare nel parchi naturali della zona molti studenti e scolari, per far stare a contatto della natura i giovani, e motivarli a creare idee, traendo spunto dalla stessa

imageSabrina Zannier critica d’arte ha aperto il suo intervento su “Gigantismo Americano e su Hortus conclusus europeo, quali sono le nuove prospettive”?
Naturalmente, il percorso da seguire sarà’ quello di coinvolgere gli artisti da tutto il pianeta. facendoli arrivare nelle nostre terre friulane per esaltare la natura che ci circonda , la biodiversità del nostro territorio che va salvaguardata . Poi ci ha fatto ammirare con uno slide show Le foto di artisti internazionali che hanno usato mezzi particolari per fare delle mega opere d’arte. Per esempio in Califonia, nella Central Valley, in cui l’artista ha creato una strada in mezzo a delle rocce alte decine di metri. Tali opere, create nella natura, sono emozionanti ,ma hanno bisogno di strutture molto costose per essere create.
imageMentre nell’evoluzione europea della Natural Art si è arrivati a creazioni sempre nella natura ma a misura d’uomo, come ‘l’hortus conclusus ‘ di Alberto Garutti, a Villa Manin .
Opere che rimangono nell’ambiente, oppure opere che si degradano, così come tutto ciò che è natura,

In questi incontri ci si arricchisce sempre , Ari Saari Finlandia e un ‘artista finlandese che fa sculture di legno .E’arrivato a Stevena’ di CANEVA, ma per mestiere, dice, lavora in ufficio .
Il suo cigno ricavato da un tronco e’ veramente un ‘opera d’ arte .
IdaDonati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *