• Gio. Mag 23rd, 2024

Ristorante wellness beach club :Tahiri a Lignano

Tahiri e’ il nome di un vento polinesiano , un vento che soffia forte , che non ha paura delle onde , che ricorda la bora che soffia a volte nel nord-est e, per questo motivo il ristorante più ‘in ‘ di Lignano si chiama THAIRI . Location unica , molto gettonata da novelli sposi come luogo da ricordare per sempre nei loro cuori , vicino al vecchio faro rosso , alla spiaggia e al mare ,nel punto estremo della penisolaQui , Il il piatto forte e’ il pesce crudo , ma si possono gustare numerose pietanze create da chef preparati. E Se volete passare un intera giornata di mare potete rimanere tutto il giorno al Tahiri , perché il ristorante dispone di una zona wellness circondato da belle palme e piante verdi, con lettini e asciugamani dotata di due vasche idromassaggio , con apertura alle ore 10 fino alle 18.30. La gestione quest’anno ha proposto il pacchetto easy Lunch : zona wellness ,piatto ,bottiglia di Franciacorta a soli 45 euro . E per i più esigenti c’ e ‘ anche lo champagne . Oggi noi abbiamo assaggiato un entree di branzino mantecato con un friulano , il risotto Thairi con scampi e cannestrelli , i tagliolini scampi datterini e aglio dolce, lo Scialiatello (pasta salernitana) con datterini e orata , accompagnati da un fresco prosecco veneto , Carmine Rispoli , nato a Udine ma Originario di Scala vicino ad Amalfi, gestore attuale , ci racconta la storia vera di questa pasta : la ricetta e’ stata ideata dai monaci amalfitani inizialmente usando la farina di ceci , poi sostituita da quella di semola di grano duro . Nella zona wellness c’ e il chiosco dove i barman servono i drinks e cocktails per tutti quelli che amano bere l’ Aperitivo o trascorrere le serate in riva al mare sentendo la voce delle onde che si infrangono sulla riva.Peccato che poi arriva sempre settembre e questo ristorante come tanti a Lignano, chiude già la prossima settimana Ma già per il prossimo anno , Carmine vuole ampliare con delle vetrate una zona più ampia del ristorante per iniziare 15 giorni prima la stagione . E, in Questa classica domenica settembrina, tiepida e soleggiata , ci godiamo uno degli ultimi giorni di apertura del Tahiri , poi dovremo aspettare il mese di aprile 2015 per rifarci gli occhi e il palato
I.Donati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *