• Sab. Apr 20th, 2024

SI AMPLIA LA RETE NAUTICA CON IL CIRCOLO VELICO APRILIA MARITTIMA

IL SODALIZIO DELLA FRAZIONE TURISTICA DEL COMUNE DI LATISANA (UD)FA PARTE DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE LA RIVIERA FRIULANA .DA OLTRE 30 ANNI TRA LE ECCELLENZE PER L’ORGANIZZAZIONE E LA PARTECIPAZIONE AGONISTICA ALLO SPORT DEL MARE
SONO TRE LE REALTA’ NAUTICHE ASSOCIATE: MARINA PUNTA VERDE (LIGNANO) MARINA SANT’ANDREA (SAN GIORGIO DI NOGARO) E IL CIRCOLO VELICO APRILIA MARITTIMA

Condor50
Condor50

Si sta sviluppando l’aggregazione delle realtà nautiche della Riviera Friulana. Sono infatti tre le realtà associate: Aprilia Marittima (Latidana), Marina Punta Verde (Lignano), Marina Sant’Andrea (San Giorgio di Nogaro). Aprilia Marittima, neo affiliata alla rete rivierasca, è nata come complemento lagunare del comprensorio nautico di Lignano Sabbiadoro (UD), per la felice intuizione di alcuni imprenditori. La realtà diportistica di Aprilia Marittima si è sviluppata negli anni, tanto da divenire un punto di riferimento per lo sport del mare, anche a livello internazionale. Situata in Comune di Latisana (UD), si affaccia verso Est sullo splendido scenario della Laguna di Marano. E permette ai suoi ospiti di godersi lo spettacolo di un ambiente naturale ricco di unicità, e della skyline di Lignano Sabbiadoro, che si ammira dal lato opposto all’arenile. Un sistema di canali che sfrutta le correnti dei corsi d’acqua esistenti conduce da Aprilia attraverso la laguna, verso il mare. Rendendo davvero suggestivo il percorso dei diportisti. Un percorso che i dragaggi di questi giorni stanno rendendo perfettamente agibili nel tratto finale, con una profondità di almeno tre metri. In questa realtà, che potrebbe sembrare particolare, saldamente ancorata alla terraferma, chiamata originariamente Latisana Marittima, a due passi dalla grande città balneare, è attivo dal 1979 il Circolo Velico di Aprilia Marittima.

GLI EVENTI SPORTIVI

È affiliato alla Federazione Italiana Vela (FIV) dal 1981. Quando organizzò la prima edizione dell’ormai mitica, per i naviganti adriatici, Ice Cup: la regata che chiude la stagione velica dell’Alto Adriatico, e si tiene nella prima domenica di dicembre. Quest’anno si svolgerà la 34. edizione della manifestazione, che il primo anno fu vinta dal Lunic di Boranga, timonato dal lignanese Francesco Battiston, seguito da Stefral di Penati, davanti ad altre 12 imbarcazioni. Segnò l’avvio dell’avventura dei velisti lignanesi, che negli anni successivi vinsero tutte le regate adriatiche. L’anno successivo il successo andò sempre a Battiston, ma a bordo del Condor 50 di Franz Bucher. In una mattinata gelida, ma limpidissima. Prima della partenza, assieme a Battiston sciolsi la brina che ricopriva la coperta della barca progettata da Buizza con l’acqua della banchina dagli uffici tecnici di Terramare, ora Marina Punta Faro. La rotta andava da Lignano a Grado e ritorno, e Condor 50, sospinto dalla brezza gelida, non ebbe avversari. In questi anni, nonostante il clima non certo favorevole, e il periodo, di chiusura della stagione agonistica, l’ICE Cup attira 80/90 imbarcazioni. L’anno successivo il Circolo Velico di Aprilia Marittima ha ideato la traversata Aprila-Portorose, che si svolge in due giornate (quest’anno il 21 e 22 settembre 2013): il sabato rotta da Lignano a Portorose, la domenica ritorno dalla località slovena a Grado e ritorno. Questo evento velico ha registrato fino a 220 barche partecipanti. Il Trofeo Esculapio, quest’anno alla 25.edizione (si terrà dal 22 al 24 giugno 2013) è rivolto a medici, farmacisti e operatori del farmaco, che devono essere armatori o far parte dell’equipaggio. Quest’anno, il tema dell’incontro di carattere scientifico, che si terrà sempre a Portorose, sarà ‘Anemos, la salute del respiro e ambiente’. La Regata fotografica (quest’anno il 16 giugno 2013) giunta alla 20. edizione, contempla un percorso a bastone nelle acque antistanti Lignano, da sviluppare alla minor distanza possibile dall’arenile. In quanto la classifica sarà compilata sommando i punti relativi al risultato velico, e alla graduatoria delle fotografie che saranno scattate dagli equipaggi.

LA FILOSOFIA DEL CIRCOLO VELICO

Come è evidente, il Circolo si è adoperato nel tempo per favorire lo spirito di aggregazione e della marineria tra i diportisti associati, e stimolarne l’agonismo. Individuando eventi di richiamo che sono stati apprezzati nel tempo dai velisti del Nord Italia, ma anche austriaci e tedeschi, che fanno parte del sodalizio. Alle regate di Aprilia hanno preso parte tutti i protagonisti dello sport eolico che sono passati per le acque adriache o vi sono cresciuti agonisticamente.

IL NUOVO DIRETTIVO

Nei giorni scorsi il Circolo Velico Aprilia Marittima ha rinnovato il proprio Direttivo. Ora infatti è guidato da Marco Da Re; vicepresidente Marcello Lodde. Il Consiglio Direttivo è composto da: Luciano Volpato, Mauro Feltrin, Riccardo Zuccolo, Giorgio Longato, Matteo Barbera, Giovanni Cannarozzo, Gianni Franceschini.
Carlo Morandini