• Dom. Ott 1st, 2023

2°RALLY RONDE ALTO FRIULI LUCA BIRARDA Autoclub Nazionale Forze di Polizia

AUTO: A SOLO DI DE CECCO AL 2.RALLY RONDE ALTO FRIULI, SEGUITO IN CLASSIFICA DAL CAMPIONE SLOVENO
DOPO TRE PROVE EGEMONIA DEL FRIULANO COMUNICATO STAMPA N.15

fotoA solo di De Cecco, nelle prime tre prove del 2.Rally Ronde Alto Friuli, a Gemona del Friuli (UD). Il pilota friulano, con la Peugeot 207 Super 2000, ha infatti vinto tutte e tre le prime speciali. Pur avendo ormai ragionevolmente ‘alzato il piede’ dall’acceleratore, in considerazione del fatto che più di 18 secondi lo separano dal secondo in classifica, il campione sloveno Rok Turk. Il quale corre con una Peugeot 207 della stessa scuderia, la Friulmotor, del capoclassifica. De Cecco finora non ha accusato problemi nella guida o alla vettura. Mentre lo sloveno, al quale sia la gara che la prova speciale di Stella (che si ripete quattro volte) piacciono tantissimo, nelle prime fasi della gara aveva accusato qualche problema causato dalla diversa conformazione morfologica delle strade della montagna friulana rispetto a quelle che caratterizzano le gare analoghe disputate in Slovenia o in Austria. Contraddistinte da speciali con lunghi tratti di rettilineo, seguiti da curve meno accentuate. Differenza che, sommata alle calde temperature della giornata, causano affaticamento, soprattutto alle braccia, nella guida di auto potenti come quelle in testa alla classifica. Al momento, al terzo posto, a 21,4 secondi, c’è il veneto Andrea Salvador, con la Renault Clio, della scuderia Prealpi. È riuscito a trovare il giusto equilibrio tra le doti di duttilità alla guida della Clio, e il percorso della PS, che, molto ritmico, racchiude ogni sorta di difficoltà. Così Pascoli, di Asolo, quarto a 23 secondi da De Cecco. E Feragotto, 5.con la Clio Williams, della Scuderia Friuli. Il pilota di casa sta abbassando il suo tempo in speciale, giro dopo giro. Primo dei piloti poliziotti il finanziere pistoiese, Davide Giordano, il quale corre con la Mitsubishi Lancer Evo X, ecologica, per i colori dell’ACNFP. È infatti alimentata a biocombustibile. Il maggiore peso del carburante, e il rendimento dello stesso leggermente inferiore a quello della normale benzina da idrocarburi, rendono il risultato di Giordano significativamente importante. Bella corsa anche per Marco Marchiol, 10. con la Renault Clio Light.

L’Ufficio Stampa Carlo Morandini

Info: + 39 335 370816

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *