• Sab. Giu 15th, 2024

CARNEVALE BIMBI LIGNANO PER LA PRIMA VOLTA DENTRO LA GETUR

 

La Getur ha voluto avviare il processo innovativo che mira a raccordare il villaggio turistico conla città di Lignano Sabbiadoro aprendosi inizialmente ai più piccini. Cioè ai futuri cittadini della città balneare. La Getur ha infatti ospitato per la prima volta la festa di carnevale di giovedì grasso che era riservata ai bimbi delle due scuole materne di Lignano. I quali sono stati ospitati in una delle strutture di accoglienza turistica dal nuovo direttore generale, Enrico Cottignoli. Cottignoli, esordendo nell’occasione nel nuovo ruolo, portando il saluto del presidente, Giancarlo Cruder, ha rivolto ai piccini gli auspici per un futuro caratterizzato dall’ulteriore sviluppo della città di Lignano, con la quale la Getur si intende raccordare. E ha inteso anticipare ai piccoli ospiti che le strutture del villaggio, specialmente quelle sportive, saranno anche a loro disposizione nel corso della loro crescita, e del prosieguo del processo educativo legato al completamento del ciclo formativo e di studi. Mentre i ragazzini seguivano un divertente spettacolo di marionette carnevalesche, rappresentato dall’artista lignanese, Francesca Zoccarato, esibizione che li ha davvero coinvolti, Cottignoli si è intrattenuto con le direttrici delle scuole materne che i ragazzini frequentano. Silvana Vantin, della scuola dell’infanzia Mario Andretta, di Sabbiadoro, e Maria Cacciola, della scuola statale dell’infanzia dell’istituto comprensivo Giosuè Carducci, di Lignano Pineta. In particolare, Cottignoli ha parlato con la Vantin del trasferimento della scuola dell’infanzia di Sabbiadoro all’interno della Getur, previsto per l’anno scolastico 2011/2012. Nel corso del quale, l’asilo di Sabbiadoro sarà inagibile per l’esecuzione dei lavori di ristrutturazione e di adeguamento. Al termine dello spettacolo, al quale ha assistito anche il Parroco di Lignano Sabbiadoro, don Angelo Fabris, Cottignoli ha consegnato a ciascuno dei piccini due doni simbolici. Che intendono simboleggiare l’invito rivolto ai bimbi al rispetto e alla valorizzazione delle risorse naturali che ci circondano. Si trattava di una vaschetta con un pesciolino rosso, che collocata sul comodino delle camerette dei piccoli, rappresenterà un insetticida naturale, essendo, soprattutto questa varietà ittica, molto ghiotta di piccoli insetti. E di una casetta per i pipistrelli. Che si richiamava alle recenti iniziative, attuate anche sul territorio lignanese, per trattenere nella zona i pipistrelli. Tali volatili sono a loro volta ancor più voraci cacciatori di insetti. I doni sono stati molto apprezzati, e hanno incuriosito i ragazzini. Stimolandoli a conoscere maggiormente gli aspetti più singolari, e pregnanti, del mondo della natura che li circonda. E che da adulti sapranno forse così meglio apprezzare .

L’Ufficio Stampa

Info: 3335637120

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *