• Sab. Apr 20th, 2024
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete

GLI ATLETI DEL FIS Circolo ciclistico AUTOVIE VENETE SI SONO SPINTI DAL FARO DI LIGNANO SABBIADORO A QUELLO DI PUNTA TAGLIAMENTO E RITORNO
LUNGO PERCORSI ASFALTATI E STERRATI E GLI ARGINI, TRA IL LITORALE FRIULANO E LE LAGUNE DI MARANO E DEI LOVI, PERCORRENDO OLTRE 35 CHILOMETRI
Si è davvero svelato in tutta la sua bellezza il territorio scelto dagli atleti del Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete per la prima edizione della ‘Pedalata cicloturistica della Riviera Friulana. L’attesa giornata di splendido sole ha infatti arricchito ulteriormente gli scenari e i paesaggi attraversati, lungo il percorso ideale che collegava, tra strade, prati, argini, percorsi fuoristrada, piste ciclabili, i due fari: quello di Punta Faro, all’estrema propaggine orientale della penisola di Lignano Sabbiadoro, e quello di Punta Tagliamento, a Bibione, in Veneto. L manifestazione era in programma per la giornata precedente.

Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete
Circolo Ciclistico FIS Autovie Venete

Ma è slittata all’indomani a causa del protrarsi del maltempo. Ritrovatisi di buon mattino nel parcheggio vicino alla Guardia di finanza, i ciclisti hanno percorso il lungomare di Sabbiadoro, per poi attraversare la splendida pineta del Villaggio Ge.Tur.. percorrere Pineta e raggiungere i percorsi anche arginali accanto al Tagliamento. Fino a raggiungere il faro di Bibione, in Comune di San Michele al Tagliamento. Breve sosta ad ammirare il suggestivo scorcio di Lignano, lo splendido scenario della cinta dei monti innevati e l’habitat nei pressi del faro, quindi il ritorno attraverso Riviera, ma stavolta percorrendo l’altrettanto suggestivo percorso degli argini della Laguna. Al termine i componenti del FIS Autovie Venete si sono incontrati con l’Assessore al Turismo, all’Ambiente e alla Viabilità, Massimo Brini. Il quale ha illustrato le attrattive e le potenzialità non solo di Lignano Sabbiadoro ma dell’intera area rivierasca per gli appassionati delle due ruote. Al termine hanno potuto degustar sapori rivieraschi all’enoteca La Farmacia dei sani, a Lignano Sabbiadoro.
Carlo Morandini