• Dom. Ott 1st, 2023

LA CUCINA AUTUNNALE AL RISTORANTE AL CASONE SPOSA I SAPORI RIVIERASCHI CHE PROPONE NEL PARADISO DEI GOLFISTI A DUE PASSI DALLA LAGUNA DI GRADO

Il Ristorante Al Casone, nell’ambito del Golf Club di Tenuta Primero, a Grado

LO CHEF RISTORATORE LUIGI ZAGO PUNTA AI SAPORI DELLA STAGIONE E ANTICIPA EVENTI INNOVATIVI UNA LOCATION ROMANTICA A CONTATTO CON LO SCENARIO LAGUNARE
Cercate una location romantica immersa nel verde rivierasco, adagiata a poche decine di metri dall’incomparabile scenario lagunare, nella quale trascorrere il tempo libero a tavola, o al bar, per degustare una cucina moderna, bere prodotti enologici, e non solo, di pregio, assaporare il riflesso della tradizione locale, che si caratterizza per sapori e accostamenti genuini, e ricette di facile lettura?
Il Ristorante Al Casone, nell’ambito del Golf Club di Tenuta Primero, a Grado, risponde a queste esigenze per una precisa scelta del gestore, lo chef Luigi Zago. Che è stato allevato dalla maestria di Vinicio Dovier e Giorgio Busdon, due cuochi fondanti della cucina friulana e rivierasca. È infatti cresciuto professionalmente al Ristorante Boschetti, di Tricesimo, e all’Hotel Astoria di Udine, che all’epoca rappresentavano i due riferimenti dell’alta cucina friulana. Per poi formarsi in Italia, e all’estero. Oggi, Zago, nato a Palazzolo dello Stella, offre, assieme alla calda e professionale accoglienza del Casone, un servizio di catering specializzato nella proposta di sapori delle tipicità, che vengono ovviamente adattati alle attese del palato dei moderni gourmet. Un catering che Luigi propone nel Friuli Venezia Giulia, come all’estero. In particolare in Austria, e in Germania, dove aveva cominciato a lavorare fin da ragazzino. Oggi, a malincuore, è ‘costretto’ a occuparsi di questa articolata attività. A malincuore perché, come sostiene con la soddisfazione di chi ha raggiunto i risultati che si era prefissato, non sempre riesce più a mettersi ai fornelli quando invece lo vorrebbe fare. In cucina, a Primero, c’è comunque chi è in grado di trasmettere adeguatamente alla clientela l’abilità della cucina impostata da Luigi Zago.

RivCASONEFrancesco2013
Lo chef Andrea Fabris, coadiuvato da Davide Zamarian, che proprio di recente ha rappresentato il locale a Lignano, alla Terrazza Mare, al 3. Festival del Gusto della Riviera Friulana.

RivCASONEGNOCCHIZUCCATARTUFO2013 E’ lo chef Andrea Fabris, coadiuvato da Davide Zamarian, che proprio di recente ha rappresentato il locale a Lignano, alla Terrazza Mare, al 3. Festival del Gusto della Riviera Friulana. Una Riviera nella quale Zago crede fermamente. Tanto che lo scorso mese di settembre ha ospitato l’Assemblea della nostra Associazione. E in questi giorni ha rinnovato l’adesione a tale sodalizio, perché crede nella rete e nell’idea rivierasca. Tanto che ha dedicato all’area buona parte del menù dell’autunno. Un menù che abbandona, seppure in parte, la cucina di pesce, per dedicarsi ai ’Sapori della stagione’. Per esempio, ecco farsi largo la zucca. Che è protagonista nel gustoso tortino con crema al formaggio, e nei succulenti gnocchi di zucca con il Tartufo bianco di Muzzana del Turgnano (UD), il tartufo della Riviera Friulana. Gnocchi che sono fatti con soltanto il 15 per cento di farina. In autunno, anche i diportisti del vicino marina solcano meno frequentemente il mare. Ed anche il palato degli ospiti del Casone ricerca il gusto della terraferma. Trasmesso con garbo, per esempio, dal delicato guanciale di Pezzata rossa, che viene servito sulla polentina tiepida. E piace moltissimo anche ai numerosi austriaci, tedeschi, inglesi che scelgono di venire a giocare a golf a Primero, perché attratti anche dal ristorante di Luigi. Nel Ristorante di Zago gli ospiti sono coccolati non solo dalla cucina, ma anche in sala. Dove c’è il sommelier Francesco, di origini toscane, a guidarli versi gli abbinamenti più azzeccati. Nel caso dei piatti citati, per esempio suggerisce l’Aquilis, il Sauvignon realizzato con tecnica alla francese da Cà Bolani, di Strassoldo di Cervignano (UD). E il xx, di
Nella cucina autunnale, assicura Luigi, non mancheranno il baccalà e le castagne. Mentre, per la stagione fredda Luigi ha in mente alcuni appuntamenti innovativi, che gli consentiranno di valorizzare un’area del locale non ancora destinata alla ristorazione.
Per offrire alla clientela più fedele quell’attenzione che fa sentire il ristorante come una seconda accogliente casa. Nelle prossime settimane, Luigi Zago cucinerà per la Cheine des Rotisseurs, per il convivio di Natale. Gli hanno chiesto un menù dell’antica cucina friulana. Quella di Dovier e Busdon, con i tortellini in brodo. E che sarà chiusa dal panettone. Ma nel quale già pensa di inserire la spuma d’anatra e altre leccornie.
RiviCASONEtortinozucca2013

Il Ristorante Al Casone chiuderà per le ferie dal 7 al 27 novembre. Poi, assieme al Golf di Primero, osserverà il turno di riposo il giovedì.
Carlo Morandini

Info sui siti:

HYPERLINK “http://www.larivierafriulana.it” www.larivierafriulana.it
HYPERLINK “https://logosmmv.eu” localhost