• Sab. Apr 20th, 2024
l’impresa della goletta ‘Udine 1000’.

VOLUTA PER CELEBRARE IL MILLENARIO DEL CAPOLUOGO FRIULANO ALL’IMPRESA PARTECIPARONO VELISTI FRIULANI
Trent’anni fa il mondo del mare friulano decise di festeggiare il millenario della città di Udine, ricollegando il filo della memoria tra la terra d’origine e una delle più numerose comunità di corregionali all’estero: quella di Caracas, in Venezuela. Nacque l’impresa della goletta ‘Udine 1000’. Motivata, come sostenne l’allora Sindaco di Udine, Angelo Candolini, dal fatto che –“il Friuli ha un’anima sola, qui nella piccola Patria e nelle varie parti del mondo. E quando una comunità friulana, in Italia o in altra terra, cresce e progredisce nel legame con la sua cultura, ogni altra parte di questo grande Friuli fa un nuovo passo di civiltà”.  La partenza del due alberi, 15,45 metri, avvenne alle 13 del 9 ottobre del 1983, dalla Darsena di Lignano Sabbiadoro, per portare simbolicamente a tutti i Fogolar friulani nelle Americhe i saluti della città di Udine, e dei suoi mille anni. Un anniversario che accomuna Udine ai Comuni di Buia, Fagagna e Moruzzo. La traversata fu completata con l’arrivo al porto di La Guaira, l’11 dicembre 1983. L’equipaggio fu accolto dai friulani in Venezuela. Numerosi coloro che agitavano il cappello da alpino; e altrettanto numerosi gli striscioni di saluto.  A trent’anni di distanza, buona parte dell’equipaggio di allora si è ritrovata a Lignano Sabbiadoro per ripercorrere con i ricordi dei protagonisti i momenti più emozionanti di quella traversata. In una mattinata arricchita dal racconto di episodi salienti, che hanno saputo trasmettere la tensione e le aspettative di quell’evento. In un’epoca nella quale in mare, specialmente nell’oceano, si poteva comunicare esclusivamente con la radio a onde corte. Non esistevano certo i telefonini satellitari. Né esistevano strumenti di navigazione, o computer, per facilitare la traversata e ingannare il tempo.

 RICORDATO A LIGNANO SABBIADORO IL TRENTENNALE DELLA TRAVERSATA DELLA GOLETTA ‘UDINE 1000’
RICORDATO A LIGNANO SABBIADORO IL TRENTENNALE DELLA TRAVERSATA DELLA GOLETTA ‘UDINE 1000’
 RICORDATO A LIGNANO SABBIADORO IL TRENTENNALE DELLA TRAVERSATA DELLA GOLETTA ‘UDINE 1000’
RICORDATO A LIGNANO SABBIADORO IL TRENTENNALE DELLA TRAVERSATA DELLA GOLETTA ‘UDINE 1000’

Per alcuni dei partecipanti si trattò di un’avventura entrata a far parte di un lungo curriculum di esperienze e successi sul mare. Per altri, un’esperienza irripetibile, tale da lasciare una traccia importante. A ricordare la partenza, attualmente, nella Darsena di Lignano Sabbiadoro, nella zona dell’ormeggio dei battelli di collegamento, c’è una targa collocata su un cippo di marmo. Attorno alla quale si sono ritrovati, tra gli altri, Aldo Ariis, skipper della spedizione assieme a Francesco Battiston , l’industriale Aldo Cogolo, che ne fu l’armatore, Manlio Collavini, sponsor, che accompagnò l’avventura anche con i suoi vini. Non ha voluto mancare il senatore Mario Toros, oggi novantenne, che allora accolse a Caracas i velisti, con un discorso del quale ha riproposto, a memoria, una parte. E nemmeno l’allora sindaco di Lignano, Steno Meroi. A portare il saluto dell’Amministrazione comunale della città balneare il vicesindaco, Vico Meroi. Nel successivo momento conviviale, il coro dei Cantori del Friuli dell’UOEI ha intonato, tra l’altro, assieme alle tradizionali villotte, la canzone composta appositamente per Udine 1000.
La goletta Udine 1000 oggi appartiene alla Marineria dell’isola di Ponza.
Carlo Morandini