• Mar. Lug 23rd, 2024

VELA: ALBERTO RIZZI VINCE A RIMINI SFIDANDO LA TEMPESTA

SUCCESSO DEL SANGIORGINO SU LUCIFERA ALLA RIMINI-TREMITI-RIMINI

Nuovo successo per il velista friulano, Alberto Rizzi. Questa volta nello scenario adriatico. Ha infatti vinto la Rimini-Tremiti-Rimini. L’evento, organizzato dal Circolo Velico Riminese, intende ricostituire passo dopo passo, anno dopo anno, il successo e la suggestione che rivestì la Rimini-Corfù-Rimini, una delle grandi regate open dell’Adriatico, che fu dedicata alle barche a vela da competizione, vinta per numerose edizioni dagli scafi e dagli equipaggi lignanesi. Questa manifestazione, ideata tre anni fa, se risparmia ai partecipanti la traversata dell’Adriatico,che rappresenta spesso una difficoltà anche per i naviganti più esperti per le particolari condizioni del mare, questa volta ha confermato l’imprevedibilità dell’andar per mare. Infatti, come racconta Alberto Rizzi, che comandava Lucifera, un Vismara 40 di Giovanni Perini – la discesa verso le Tremini è stata caratterizzata da venti leggeri. E la stessa virata nel sempre suggestivo scenario insulare, ha permesso agli equipaggi di godersi lo splendido panorama”. Il bello è venuto verso Ancona, nella risalita in direzione dell’arrivo. Dapprima ha cominciato a soffiare lo scirocco, inizialmente leggero, che favoriva l’andatura delle barche, spingendole da poppa. Al largo del Conero, verso Fano, ricorda Alberto Rizzi, il cielo si è velocemente incupito. “Poi, improvvisamente – spiega lo skipper sangiorgino – mi è sembrato che le nuvole scure ci venissero incontro a forte velocità; e poco dopo dapprima una raffica di vento molto forte ci ha fatto sbandare a dritta. Abbiamo controllato la situazione rimettendo in assetto lo scafo, ma subito dopo un altro violento colpo di vento ci ha fatto sbandare a sinistra, imponendoci un’altra manovra di emergenza, risolta senza danni”. Qualche centinaio di metri più avanti si è formata la tromba d’aria, che ha così risparmiato l’armo di Alberto. Da quel momento lo scirocco si è rafforzato, accelerando la marcia di Lucifera verso la vittoria. A Rizzi è capitato quello che era accaduto ai partecipanti a La 500, da Caorle a Sansego e alle Tremiti, e ritorno lungo la stessa rotta. A farne le spese diversi equipaggi tra i favoriti. Tra i quali Victor X, del sangiorgino Vittorio Margherita, costretta al ritiro.

                                                                                                         Carlo Morandini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *