• Sab. Apr 20th, 2024

GEMELLAGGIO TRA L’ASSOCIAZIONE CULTURALE E ‘PIGAFETTA 500’

IL NOSTRO PORTALE SEGUIRA' LA SPEDIZIONE ATTORNO AL GLOBO

IL GIRO DEL MONDO SULLA ROTTA DEL NAVIGATORE VICENTINO HA INFATTI AVUTO ORIGINE E SI CONCLUDERA’ AL MARINA SANT’ANDREA DI SAN GIORGIO DI NOGARO (UD) NELLA RIVIERA FRIULANA IL NOSTRO PORTALE SEGUIRA’ LA SPEDIZIONE ATTORNO AL GLOBO
Prosegue la discesa dell’Adriatico di ‘Pigafetta 500’, alias ‘Adriatica’: la barca partita sabato da Venezia per compiere il giro del mondo a vela sulla rotta di Magellano e del navigatore vicentino Antonio Pigafetta, a cinquecento anni dall’impresa che consentì all’uomo di provare che la terra è rotonda. È stata una giornata di festa, quella di sabato, nel bacino dell’Arsenale di Venezia, in occasione della presentazione alla marineria veneta del progetto ideato da Confindustria di Vicenza, e da un gruppo di appassionati e imprenditori, per ricordare il loro concittadino che fu il primo italiano a circumnavigare il globo. Assieme alle autorità locali e regionali, ai rappresentanti del mondo del mare, il professor Andrea Bergamasco, capo progetto dell’ISMER del CNR (la presentazione è avvenuta nella sede veneziana dell’Istituto) ha spiegato i contenuti scientifici e le aspettative della spedizione. Mentre il presidente del Progetto, il Comandante Giorgio Xomo, ha rievocato la figura di Antonio Pigafetta, presenti due dei discendenti del navigatore, Odino Baù, coordinatore dell’evento, ha parlato dei programmi della barca e del viaggio, che si concluderà nel 2015 in concomitanza con l’Expò 2015 di Milano. Testimonial della giornata veneziana sono stati Patrizio Roversi e Syusy Blady, i ‘Velisti per caso’.

il professor Andrea Bergamasco, capo progetto dell'ISMER del CNR
il professor Andrea Bergamasco, capo progetto dell’ISMER del CNR

Che proprio su ‘Adriatica’ hanno sviluppato una fortunata ed efficace serie di trasmissioni televisive che ha permesso di divulgare lo sport eolico e la passione per il mare con una comunicazione senza confini. Ora la barca, che misurerà per l’ISMER CNR le caratteristiche degli oceani con finalità anche di carattere meteorologico, viaggia, anche se un po’ rallentata dal vento di Scirocco, che soffia proprio dal quadrante in direzione del quale ‘Adriatica’ è diretta, alla volta di Palermo. Dove arriverà l’11 settembre e vi sosterà per alcuni giorni prima di ripartire facendo rotta verso Gibilterra (l’ingresso nelle acque dell’Atlantico è previsto attorno al 18 di settembre), e quindi Cadice, in Spagna, dove giungerà il 19 settembre. Frattanto, l’Associazione culturale no profit La Riviera Friulana ha attivato un gemellaggio con ‘Pigafetta 500’, in considerazione del fatto che l’impresa ha avuto origine, e si concluderà, al Marina Sant’Andrea di San Giorgio di Nogaro (UD), dove la barca fa riferimento. Dunque, nella Riviera Friulana. E, tra l’altro, il Marina fa parte dell’Associazione culturale La Riviera Friulana, e del circuito Wigwam. Anche il portale www.larivierafriulana.it seguirà dunque il viaggio di ‘Adriatica’, attorno al mondo.

l'Associazione culturale no profit La Riviera Friulana ha attivato un gemellaggio con 'Pigafetta 500',
l’Associazione culturale no profit La Riviera Friulana ha attivato un gemellaggio con ‘Pigafetta 500’,