• Sab. Apr 20th, 2024

RUBINI VINCE IL 34. CAMPIONATO ITALIANO INTER AUTOSTRADALE A SAN VINCENZO (LI)

CORSA IN SOLITARIO ANCHE NELLA CRONO INDIVIDUALE IN SALITA DAL MARE AL VELODROMO SALVAY DI SAN CARLO
ALLE SUE SPALLE IL COMPAGNO DI SQUADRA TONELLI
TERZO IL TRIESTINO FURIO CAVALLINI, L’ALTRO IERI ANCHE LUI IN FUGA SOLITARIA PER 25 KM ALLE SPALLE DI RUBINI
SOCIETA’: 1.BRENNERO; 2.AUTOVIE; 3.BS/VR/VI/PD

RUBINI VINCE IL 34. CAMPIONATO ITALIANO INTER AUTOSTRADALE A SAN VINCENZO (LI)
RUBINI VINCE IL 34. CAMPIONATO ITALIANO INTER AUTOSTRADALE A SAN VINCENZO (LI)

Per il secondo anno consecutivo Diego Rubini, di Fornovo (dell’Autocamionale della Cisa), ha vinto il Campionato Italiano Interautostradale conclusisi oggi, a San Vincenzo (LI), nella Riviera degli Etruschi. Rubini, dopo la corsa in linea che aveva dominato l’altro ieri, ha corso ‘in solitario’ anche la cronoscalata di oggi, dal mare al Velodromo Eugenio Salvay, della frazione di San Carlo. A tenergli testa, in una giornata molto ventosa ma splendidamente soleggiata, il compagno di squadra, Marcello Tonelli, a poco più d’un minuto, il trentino Massimo Trainotti (Brennero), a un minuto e 25″, il triestino Furio Cavallini  (Autovie Venete) a un minuto e 33″, Claudio Bruni (Centropadane) a un minuto e 35″. Nella classifica generale, dopo Rubini, Tonelli, che segue da alcuni anni a ruota le prestazioni del compagno di squadra, e Cavallini, protagonista, assieme al vincitore, della corsa in linea, che aveva disputato in solitario per oltre 20 km all’inseguimento del battistrada. Per Rubini, 36 anni, è stata una corsa molto divertente, agevolata a tratti dal vento a favore. È infatti in corso una forte libecciata che ha soffiato sulle spalle dei ciclisti in alcuni tratti della salita di 3,5 km. “E’ stata una manifestazione molto bella e bene organizzata, come al solito”- ha commentato Rubini al rientro al Villaggio Garden Toscana, di San Vincenzo, base logistica del Campionato. “Con percorsi molto belli – ha aggiunto – sui quali tutti i partecipanti si potevano divertire a pedalare”. “La salita di oggi mi è piaciuta – ha aggiunto – anche se non sono uno scalatore e prediligo i percorsi misti”. L’auspicio di Diego Rubini? Che al Campionato Interautostradale, riservato ai dipendenti delle società concessionarie delle Autostrade italiane, accedano nuove leve per assicurare un ricambio che vivacizzi la manifestazione anche nei prossimi anni. Un ricambio che si sta già inserendo. Come ha dimostrato uno dei protagonisti della selettiva prova di mountain bike – cross country, disputata martedì scorso: Armando Buccella (Strada dei Parchi), secondo alle spalle di Massimo Trainotti (Brennero), appartiene alla categoria AB, e ha meno di 25 anni. E gareggia abitualmente per la MGK Vis. Con la conclusione del Campionato sono stati assegnati anche i titoli tricolori nelle rispettive categorie. Che per la AB, da 20 a 35 anni, è andata ad Andrea Minnelli (Brennero); la C (36/40) a Rubini; la D (41/45) a Trainotti; la E (46/50) a Luca Morandini (Autovie), Presidente del Comitato organizzatore; la E Super a Tonelli; la Master 1 a Marcello Antonucci (Arcadia); la Master 2 a Elvio Bomprezzi; la Master 3 a Sergio Endrizzi (Brennero); la Femminile a Serena Mantoani (Autovie Venete). Società: 1.Brennero; 2.Autovie Venete; 3.Auto camionale della Cisa.
È un Campionato, quello Italiano Inter autostradale, che in pochi anni è cresciuto, sotto la guida di Luca Morandini, e accanto al clima di sereno confronto e di amicizia che accomuna i partecipanti, ha saputo unire un livello tecnico agonistico che è levitato, edizione dopo edizione. E che richiama sempre nuovi e agguerriti concorrenti.
L’ottima organizzazione del Velo Club San Vincenzo, presieduto da Andrea Giampieri, ha fatto il resto nel favorire l’interesse per l’evento. Assieme al supporto di Orovacanze, e alla collaborazione del Comune di San Vincenzo, la parte logistica curata dal FIS Gruppo ciclistico Autovie Venete e quella dei cronometristi guidati da Oscar Dragoni, Arcadia Autostrade Bologna. Alla riuscita anche di questa prova hanno collaborato gli appassionati  della Motostaffetta Sanvincenzina. Che hanno messo in campo, assieme al Veloclub, un’esperienza, quella locale, che è maturata negli anni, ed è valsa la conferma della località della Riviera degli Etruschi quale sede di partenza della Tirreno Adriatico del 2014.

L’Ufficio Stampa
Carlo Morandini

Il Campionato Italiano Interautostradale è riservato ai dipendenti autostradali in servizio effettivo o pensionati. La parte organizzativa è curata dal Velo Club San Vincenzo, con la collaborazione del FIS Autovie Venete e di Arcadia Dopolavoro Autostrade Bologna. Il Comitato organizzatore è presieduto da Luca Morandini, del FIS Autovie Venete. Base logistica e premiazioni al villaggio ‘Garden Club di      San Vincenzo (LI).
Info media: 0039 335 370816
localhost