• Mar. Feb 27th, 2024

I GRANDI VINI TOSCANI E LA CUCINA TOSCANA AFFINANO I SAPORI CON L’ALTA CUCINA DELLA COLLINA FRIULANA

LA ‘CICCIA’, LA CARNE CHIANINA, E I VINI DI ROCCA DELLE MACIE, GIOVEDI’ 29 APRILE UN NUOVO EVENTO: I FORMAGGI, LE MOSTARDE, I MIELI, LA FRUTTA 

Non mancano le occasioni, sulla collina friulana, per degustare peculiarità non soltanto del nostro territorio. Uno dei luoghi della ristorazione da sempre vocato alla sperimentazione e alla riscoperta dei cibi e delle pietanze tipiche ed eccellenti delle diverse realtà più quotate, italiane ed estere, è ‘La Taverna’, di Colloredo di Monte Albano (UD). Dove Piero e Matilde Zanini, assieme allo chef, Andrea Gabin, inseguono l’evoluzione dei sapori, delle stagionalità, delle produzioni. Non a caso, una delle più qualificate aziende vinicole italiane, Rocca delle Macie, nel cuore del Chianti, da anni sceglie questo locale friulano stellato per presentare le eccellenze delle nuove annate dei suoi prodotti enologici migliori. Così è stato anche quest’anno. E i grandi vini toscani di Sergio Zingarelli, il quale ha ereditato dal padre, già produttore cinematografico della riuscita serie di Bud Spencer e Terence Hill, una delle cantine italiane più note nel mondo, hanno accompagnato pietanze tipicamente toscane. Così, gourmet e appassionati della tradizione del Chianti hanno apprezzato i vini di quella zona DOC, assieme all’immancabile antipasto toscano, con gli insaccati e i crostini, alla ribollita all’olio di Rocca delle Macie, alla pietanza più attesa, cioè la Fiorentina, agli immancabili dolci di mandorle e cantucci. I grandi vini in degustazione erano non soltanto toscani. Infatti, negli anni Sergio Zingarelli ha saputo diversificare le produzioni, con l’acquisizione di cantine di altri luoghi di produzione, per esempio di Franciacorta. Ed ecco il Brut Fratus, a base di Chardonnay. Ma la vera vocazione degli Zingarelli, pur di origine romana, sono i vini rossi toscani. A La Taverna, dopo il Franciacorta si è così degustato il Sasyr, fatto con uve di Sangiovese e Syrah. Quindi il Chianti Classico Riserva di Fizzano, e il Roccato. Per finire con un altro grande classico toscano, stavolta liquoroso: il Vinsanto. Vini, tutti abilmente abbinati dallo chef ai sapori dei cibi della Toscana. Sapori, che anche se forti e decisi, stravolta erano stati smussati e aggraziati dallo chef Andrea Gabin, per la delizia dei palati anche più raffinati. Ma prima della stagione calda, ancora un appuntamento impegnativo per i gourmet e gli appassionati. Giovedì 29 aprile ritorna infatti sempre al ristorante ‘La Taverna’, di Colloredo di Monte Albano (UD), la grande serata interamente dedicata ai formaggi. Evento anch’esso ormai tradizionale nel carnet degli appuntamenti golosi del locale di Piero e Matilde Zanini. Nel corso della serata saranno davvero numerosi i formaggi da assaggiare assieme a mieli, mostarde, frutta. Da abbinare ai grandi vini vocati all’abbinamento per la degustazione del formaggio. Al centro della serata la sfida tra un formaggio tipico friulano e i prodotti caseari di numerose altre Regioni italiane, ed esteri.
Carlo Morandini
A.R.G.A. FVG A.R.G.A. FVG aderente all’UNAGA
via Dante, 80/2
33037 Pasian di Prato (Ud) Italy
Tel.: 0039 335 370816
Sito: www.argafvg.it
Email: argafvg@email.it
Associazione Regionale Giornalisti Agricoli,
Agroalimentari, Enogastronomici del Friuli Venezia
Giulia
Unione Nazionale
delle ARGA
VISITA IL NOSTRO SITO:
www.argafvg.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *