• Mar. Feb 27th, 2024

PRESENTAZIONE E PRODOTTI PROPOSTI NELLO STAND DEL FVG
Comunicare il territorio attorno a un ‘marchio territoriale’ che lo identifica, e raccontare con esso le sue peculiarità ed eccellenze: questo l’obiettivo dell’Associazione Culturale no profit La Riviera Friulana, la quale mette in rete le specificità e l’offerta dei molteplici soggetti che animano l’intera realtà considerata. Una realtà rivierasca, che è il retroterra delle grandi spiagge del Friuli Venezia Giulia. Si sviluppa tra i fiumi Tagliamento e Isonzo, la linea delle risorgive e il litorale friulano. E rappresenta il complemento ideale, e a portata di mano, del turismo balneare.
Un’idea che affascina il pianeta vino, visto che l’ha sposata concretamente, sin dagli inizi. E l’ha proposta al pubblico globale del 48.Vinitaly, alla Fiera di Verona, nello stand del Friuli Venezia Giulia. Nell’area degustazioni un pubblico qualificato ha potuto assaggiare tre vitigni autoctoni. Rappresentativi delle tre zone DOC che compongono l’articolato mosaico delle tipicità rivierasche. Riviera Friulana non intende infatti rappresentare o sostituirsi alle DOC, bensì costituire un progetto di proposta comune d’area. Per apprezzare adeguatamente i vini rivieraschi, come ha ricordato Marzia Morganti, giornalista toscana che ha vinto uno dei premi per la migliore comunicazione del settore primario in Italia, docente di comunicazione all’Università di Parma, se è fondamentale saper conoscere e riconoscere i prodotti enologici per poterli meglio apprezzare, e distinguerne le caratteristiche che assimilano dal territorio dove vengono realizzati, per consumarli in modo consapevole ed evitare gli abusi, altrettanto essenziale è assaporarli assieme alle pietanze più adatte. Sia per azzeccare gli abbinamenti più idonei, che per valutarne compiutamente la complessità. Rivvinsala2014rid Rivvinitalymorganti2014ridAnche per questi motivi, la presentazione della Riviera Friulana, in particolare della Carta del Gusto, che reca i piatti estivi e i vini che hanno partecipato al ‘1.Concorso Un Piatto e un Vino per l’Estate della Riviera Friulana’, premiato lo scorso mese di novembre alla Terrazza Mare di Lignano Sabbiadoro (UD) e che sarà presto rilanciato, è stata arricchita dalla proposta di alcuni piatti tipicamente rivieraschi. Frutto della ricerca dello chef maranese, Giorgio Dal Forno, del ristorante ‘Ai tre canai’: Cracker alle alghe, con la ‘Lattuga di mare’, che è stato abbinato alla Malvasia dell’Azienda Agricola Cav. Emiro Bortolusso di Carlino (UD), DOC Friuli Annia; Branzino marinato sposato al Friulano dell’Azienda Agricola Zaglia di Precenicco (UD), DOC Friuli Latisana; ‘Bisato in speo’ (Anguilla allo spiedo) il piatto tipico dei casoni lagunari, cotto al calor della brace per oltre due ore, servito con il Refosco dell’Azienda Cà Bolani di Strassoldo di Cervignano (UD), DOC Friuli Aquileia. A spiegare le ragioni dell’idea rivierasca, introdotti da Carlo Morandini, che è il Presidente dell’Associazione, Sergio Bortolusso, Presidente della DOC Annia, e Giorgio Zaglia, Presidente della DOC Latisana, assieme al Presidente di Assoenologi FVG, Rodolfo Rizzi, e al Consigliere nazionale, Daniele Calzavara. A spiegare i motivi di una rete che non conosce confini, se non quelli ideali, il Vicepresidente dell’Associazione La Riviera Friulana, Fabio Barison, che è di Venezia. Gli abbinamenti e il progetto sintetizzato dalla Carta del Gusto, patto per la qualità tra il sodalizio e gli associati, che sono selezionati, sono stati apprezzati dal pubblico. Presenti enologi, in rappresentanza di aziende di livello internazionale, gourmet, giornalisti, sommelier, buyer. Mentre nello stand, e da parte dei produttori-espositori al Vinitaly, è stato distribuito un migliaio di copie della Carta del Gusto della Riviera Friulana. Che è stata realizzata con la collaborazione della Camera di commercio di Udine, e il patrocinio del Club UNESCO Udine, della Provincia di Udine, dei Comuni di Fiumicello, Latisana, Lignano Sabbiadoro, Marano Lagunare, Palazzolo dello Stella, San Giorgio di Nogaro, da Lignano Sabbiadoro Gestioni, da Turismo FVG.